io non so com’è danzare.

Io non so com’è danzare, ma posso immaginarlo.
So com’è ricominciare da dove ci si era fermati,
partire carichi, intimoriti e con il fiatone.
Finire ancora più carichi e ancora con più fiatone,
e sentire male dopo.
So com’è interrompere un sogno ma so anche com’è ricominciare a viverlo e renderlo reale.
Non so com’è danzare,
sono scoordinata con la vita,
figuriamoci con la musica,
ma so com’è sentire quella passione in ogni centimetro del proprio corpo, non riuscirla a trattenere e andare a tempo con qualcosa,
se non con la musica, almeno con il cuore.
E so cosa significa piangere per il male, gli stop, le difficoltà, i no e i tempi persi.
So che una passione è tale quando fa male,
che insistere ti mette in discussione e ti da schiaffi che non ti aspettavi,
così, a mano piena.
Che arriva sempre dopo il calore della botta.
Ma quando arriva hai due possibilità, piangere e mollare o rialzarti a danzare.

M E M O R Y B O X

Fare dei vostri ricordi materia è un lavoro fondamentale tanto quanto immortalare i ricordi stessi.
E’ importante, tanto quanto difficile, racchiudere in una breve selezione tutti quegli attimi di un intero evento.
Per questo mi sta tanto a cuore la scelta insieme agli sposi dell’album o qualsiasi soluzione loro ritengano più adatta per conservare le mie fotografie.

Oggi voglio parlarvi della scelta di Silvia e Francesco.

Scatola in rovere dal profumo incredibile, separatore per chiavetta USB
Dimensioni: 30x17x5 cm
Incisione e colore personalizzabile.

Apertura scorrevole con tre tipi di coperchio personalizzabili:
legno, tessuto e tela full print.

La personalizzazione viene realizzata tramite la stampa diretta sul coperchio in legno.
Puoi inserire una grafica a piacere o utilizzare una delle tantissime proposte.

Chiavetta in boccetta di vetro (o interamente di legno)
Consegna di tutti i file dell’evento in HD

La difficilissima selezione spesso è un mio compito ma, essendo la flessibilità una prerogativa per me, spesso sono gli sposi a scegliere cosa conservare davvero all’interno del proprio album o, in questo caso, della propria scatola.

Stampe 15×22 con bordo personalizzabile di colore e fantasia.
Il bordo bianco però, si sa, è intramontabile.

Ma ciò che rende davvero uniche queste stampe è la lavorazione tradizionale a bagni chimici su carta fotografica bianca, glacier, leggermente satinata, con superficie microporosa che fornisce risultati eccezionali sui colori, una grande fedeltà dei toni e della luminosità delle immagini, un’eccellente resa dei dettagli e dei contrasti.

E’ tutto curato nei minimi dettagli, cosi come piace a me, cosi come fate voi con i vostri matrimoni.
Rendere eterni i vostri ricordi è fondamentale per me.
Custodirli come meritano, una missione.